Brioches Suisse



Siete a dieta? Passate oltre.
Volete tenervi in forma per la prova costume? Passate oltre.
Volete invece una brioche scioglievolissima ripiena di crema pasticcera e cioccolato??? Ecco, siete nel posto giusto ^_^

La ricetta originale di C. Felder riporta 6 uova e 330 grammi di burro per 500 di farina e quando l'ho letta la prima volta mi è girata la testa....6 uova??? O mamma...
Però insomma volevo troppo fare queste brioches allora ho tolto solamente un uovo per non stravolgere troppo la ricetta (aumentando un pò il latte per mantenere più o meno gli stessi liquidi) e per il burro ho fatto cifra tonda, 300 gr. La prossima volta che le faccio, proverò togliendo un'altro uovo.
E se mi gira la pastamadrizzerò.....si dice in italiano??

Beccatevi la ricetta e tenetevela stretta perchè ne vale davvero la pena!!!




INGREDIENTI per 15 brioches circa:
540 gr farina
60 gr latte
2 gr lievito di birra fresco
60 gr zucchero
5 uova
300 gr burro
vaniglia
sale
Inoltre:
350 gr crema pasticcera
70 gr zucchero +  70 gr acqua per lo sciroppo

* Discorso farine: amando la sosta in frigo di notte per qualsiasi impasto, uso circa un 30% di manitoba. Per queste brioches in particolare ho fatto 380 gr di farina 0 (W 230) e 150 gr di manitoba (W  350). Non amo mettere tutta manitoba, perchè poi il prodotto finale risulta gommoso.
Inoltre, fino al burro, è un impasto fattibilissimo anche a mano perchè piuttosto sodo. All'inserimento del burro diventa man mano più morbido.
Ultima cosa: io come sempre metto pochissimo lievito, ma volendo si possono fare in giornata, aumentandolo a 15 gr circa. Però insomma, meno lievito c'è meglio sarà il risultato finale!!

PROCEDIMENTO:
Sciogliere il lievito nel latte appena tiepido, aggiungere 2 uova e metà farina. Cominciare ad impastare e quando prende corpo aggiungere poco alla volta le restanti 3 uova leggermente sbattute, alternandole alla farina. E' importante far assorbire bene l'uovo prima di aggiungerne altro, per mantenere l'incordatura. E la farina va unita a piccole cucchiaiate, non tutta in una volta. 
Finite uova e farina è l'ora dello zucchero, sempre poco alla volta.
Assorbito anche lo zucchero, va aggiunto il burro. Armatevi di pazienza perchè è tanto e va aggiunto poco per volta e soprattutto va fatto sempre assorbire bene prima di aggiungerne altro. Inoltre se vedete che l'impasto si scalda, sarebbe meglio fargli fare una pausa in frigo 15-20 minuti, poi si può continuare.
Insomma, finito anche il burro, si aggiunge la vaniglia (io uso l'estratto, ma va bene sia la fialetta di aroma che la bustina) ed il sale.
L'impasto è terminato quando si aggrappa tutto al gancio.

A questo punto va messo in frigorifero perchè tutto il burro deve rassodarsi e ciò permetterà anche all'impasto di essere più gestibile. 
Dopo circa un paio d'ore di frigo, si fa un giro di pieghe, come spiegato in questo video, e lo si ripone in frigo per tutta la notte.
Il giorno dopo (tarda mattinata), lo si estrae dal frigo circa un'oretta prima di procedere a formare le brioches, in questo modo:
- ribaltare l'impasto sulla spianatoia ben infarinata, stenderlo in un rettangolo il più regolare possibile (io lo divido in due per comodità). Stendere la crema pasticcera (soda) solamente su una metà e ricoprire con le gocce di cioccolato. Chiudere sovrapponendo l'altra metà. Tagliare le brioches come in figura, di circa 5 cm di larghezza.




Per le girandole invece, va stesa la crema pasticcera e le gocce di cioccolato su tutta la superficie, si arrotola il rettangolo su se stesso e si tagliano pezzi di 3-4 cm.




Riporre il tutto a lievitare sulla teglia ricoperta di carta forno, fino a quando non sono belle gonfie. Con il caldo bastano 2-3 ore.
Cuocere in forno statico a 180 gradi per 12-15 minuti.
Nel frattempo va preparato lo sciroppo: in un pentolino sciogliere lo zucchero nell'acqua e far bollire. Spennellare poi le brioches appena uscite dal forno con questo sciroppo. Verranno belle lucide.

Appena raffreddate poi possono essere congelate e vanno tirate fuori la sera prima per mangiarle a colazione.




La forma tradizionale delle brioches suisse è quella allungata, ma io ho preferito le girandole, perchè si gonfiano di più in cottura, rimanendo quindi più soffici e trattengono meglio la crema. Nelle altre me ne sono ritrovata la metà di quella che avevo messo O_O
















Commenti

  1. bellissima la ricetta , domani la provo anche io
    alessandra
    www.alessandrastyle.com

    RispondiElimina
  2. buoneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee ;)

    RispondiElimina
  3. Sono a dieta...ma queste brioches sono lo stesso da provare!!!!! :)))
    A presto!

    RispondiElimina
  4. Niente dieta e niente prova costume! Ne prendo un paio! :D
    Complimenti, golosissime!

    RispondiElimina
  5. Vedendo le immagini ho già l'acquolina in bocca :) da provare!

    RispondiElimina
  6. MMM hanno un aria deliziosa..
    Piacere di aver fatto la tua conoscenza.
    Virginia - mammamiaquantericette.blogspot.it

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia!! Io adoro preparare croissant &co. questa ricetta fa proprio al caso mio!! Complimenti per il tuo blog, mi unisco volentieri ai tuoi lettori e se ti va ti aspetto anche da me www.creme-de-cassis.blogspot.it
    Buona giornata ;) Bea

    RispondiElimina

Posta un commento

Se ti va, lasciami un commento: risponderò con piacere :)

Post più popolari